Come iscriversi

L’iscrizione alla biblioteca è gratuita ed aperta a tutti (purché residenti o domiciliati in Italia), per i minorenni deve essere sottoscritta da parte di un genitore o da chi ne fa le veci.

E’ necessario essere in possesso di un documento di identità e della Carta Regionale dei Servizi.

Il personale della biblioteca vi supporterà nell’iscrizione, che sarà immediatamente attiva e valida in tutte le 62 biblioteche della Fondazione per Leggere.

E’ possibile iscriversi anche on line direttamente dal catalogo Fondazione Per Leggere e recarsi successivamente in una delle biblioteche del territorio entro 20 giorni per confermare l’iscrizione.

Tutto il materiale documentario presente nelle biblioteche, salvo eventuali deroghe previste dal regolamento della biblioteca, è ammesso al prestito a domicilio, nei limiti della normativa vigente e salvo che non sia segnalato come “in consultazione”.

L’accesso al prestito a domicilio avviene mediante presentazione della propria tessera di iscrizione o Carta Regionale dei Servizi Lombardia.

Il prestito è personale, non può essere trasferito ad altri e deve concludersi con la restituzione dei documenti alla Biblioteca entro il termine di scadenza.  Nel caso di opere già in prestito, è possibile effettuare una prenotazione, online o rivolgendosi alla biblioteca.

Durata del prestito

Durata PrestitoMax PezziDurata RinnovoMax Rinnovo
Libri3015302
Corsi di lingua multimediale302301
CD-Rom308301
DVD108101
DVD Serie152151
CD Audio108102
Audiolibri308302
E-book reader30100
Giochi in scatola15100
Periodici Mensili156152
Periodici Settimanali106102

Alcune categorie di utenti, solo per esigenze didattiche e professionali, possono usufruire di condizioni particolari su determinate tipologie di documenti. Se siete insegnanti, educatori, tesisti potete rivolgervi in biblioteca per maggiori informazioni.

Qualche giorno prima della scadenza del prestito, tutti gli utenti che hanno fornito un indirizzo mail ricevono un messaggio di cortesia che ricorda la restituzione dei materiali presi in prestito. In caso di ritardo nella consegna gli utenti che hanno in prestito documenti prenotati da altri ricevono immediatamente un SMS di sollecito. Tutti gli utenti ricevono un ulteriore avviso (via mail o SMS) a distanza di uno e due mesi dalla scadenza.

Dal terzo mese l’utente ritardatario è sospeso dai servizi per un tempo pari a quello del ritardo accumulato.

Alla riconsegna del materiale in ritardo l’utente viene riammesso all’utilizzo dei servizi.

Consultazione in sede

In biblioteca esistono materiali che non sono ammessi al prestito:

  • Enciclopedie
  • Dizionari
  • Repertori
  • Testi di particolare pregio
  • Vinili
  • Storia locale
  • il numero corrente di quotidiani e periodici

Alcuni di questi materiali sono accessibili alla consultazione libera in sala studio, altri sono in aree chiuse e vengono consegnati direttamente dal bibliotecario all’utente che ne fa uso, previa registrazione.

Tra questi ultimi ricordiamo:

  • Vinili
  • Dizionari, codici, manuali per concorsi in ultima edizione
  • Testi di grande formato o particolare pregio (atlanti anatomici, alcuni libri fotografici…)
  • Alcuni manuali universitari molto richiesti
  • Tutto il materiale di storia locale

Sono esclusi temporaneamente dal prestito anche tutti i prodotti audiovisivi che siano editi da meno di 18 mesi. In questi casi è possibile la sola visione in sede (scoprite qui come fare).

Prestito interbibliotecario

E’ possibile prendere in prestito anche opere possedute da un’altra biblioteca della Fondazione, grazie ad un servizio di prestito interbibliotecario, che fa circolare i libri richiesti e gli altri documenti tra le nostre 62 sedi, ogni giorno.

Rinnovo del prestito

E’ possibile chiedere il rinnovo del prestito solamente prima della scadenza; non è possibile rinnovare il documento se questo è prenotato da un altro utente. Per chiedere il rinnovo dei propri prestiti, basta andare nella propria area personale on-line e selezionare la voce Prestiti e Rinnovi, oppure telefonare o recarsi di persona in biblioteca e chiedere il rinnovo.

Rinnovo del prestito

La restituzione delle opere prese in prestito può avvenire in una qualsiasi delle biblioteche della Fondazione per Leggere (vedi elenco: http://www.fondazioneperleggere.it/biblioteche/).

La mancata restituzione entro il tempo convenuto o il danneggiamento dell’opera prestata (compresi sottolineature e imbrattamenti) può comportare l’esclusione temporanea o definitiva dal servizio di prestito, il risarcimento della perdita subita o una sanzione pecuniaria oppure il riacquisto a carico dell’utente, secondo i criteri stabiliti dall’Amministrazione Comunale.

Smarrimento e furto delle opere prese in prestito

In caso di smarrimento o furto di un’opera presa in prestito occorre rivolgersi tempestivamente alla biblioteca, che in questo modo la segnala come dispersa, evitando agli altri utenti di attenderne la restituzione.

L’utente è responsabile della custodia delle opere prese in prestito nelle biblioteche pubbliche, le quali sono beni demaniali finalizzati alla pubblica utilità. Nel caso del furto è consigliabile segnalare nella denuncia anche le opere prese in prestito che sono state rubate.

Attualmente, ciascuna biblioteca adotta le proprie politiche in materia di rimborso per le opere smarrite, deteriorate o sottratte. Occorrerà pertanto rivolgersi alla biblioteca proprietaria della/e opera/e non più disponibile/i per chiedere la procedura da adottare.

L’uso della tessera della biblioteca è strettamente personale.